Saturday, 7 February 2009

Povera Patria

Le ronde, i medici delatori, le parole del Premier su Eluana, la Santa Romana Chiesa e le crociate in un paese che sprofonda inesorabilmente nel baratro. La televisione che se ne frega della realtà, la sinistra che non c'è più, da tempo ormai...Non cambierà, non cambierà mai se la gente non si incazza davvero. In piazza, in strada, in ufficio, Poteste pacifiche, una maglietta bianca, un corteo, una manifestazione, un concerto gratuito con tutti i fratelli emigranti, con tutti quelli che pensano che, forse, non tutto è perduto...Si può sperare?

1 comment:

Marco said...

No, non illuderti. Ci si può solo augurare, paradossalmente, che la crisi economica sia possente come quella del 2001 in Argentina e in grado di dare la scossa a un popolo di zombie. Le analogie sono molte, oltre ad altre somiglianze storiche tra i due Paesi. Non è questione di "tanto peggio, tanto meglio", ma di azzerare la situazione. E non sono nemmeno sicuro che abbiamo toccato il fondo.