Thursday, 3 July 2008

Libera !



Ingrid Libera, sta bene parla per 15 minuti all'aeroporto militare di Bogotà, racconta nei minimi dettagli l'operazione dell'esercito. Sono in partenza per la Colombia, gli interrogativi su quello che è successo sono tanti, molte le domande sul futuro della ex sequestrata più famosa al mondo, questa notte prevale la gioia di vederla, e con lei altri 14 persone, finalmente libera. Se tutto è andato come dice Bogotà sarebbe un colpo maestro di Uribe e dei suoi uomini. Roba che neanche il Mossad, ma dimostrazione che le Farc sono allo sbando, che si lasciano sfuggire sotto gli occhi l'ostaggio più pregiato. Ma potrebbe anche essere frutto di un accordo sottobanco, che regala la gloria al governo a cambio, forse, di una soluzione militare per una guerriglia destinata ad una sconfitta totale. Che farò Ingrid adesso? Molti la vedono come candidata forte alle prossime presidenziali, la sua figura si è alzata durante il sequestro ma non è una bestemmia dire che è molto più popolare fuori che dalla Colombia che in patria. Ma è un simbolo, il simbolo della volontà di un paese di farla finita con una guerra assurda, ingiusta, crudele. Uribe può aver trovato la migliore delle alleate, ma anche l'avversaria politica più dura. Per ora, però, c'è solo la gioia di 15 famiglie che si ritrovano e la speranza per altre centinaia che continuano a essere divise

No comments: